Feed Rss Twitter Facebook
Sei nuovo? Registrati Gratis!

Calcio a 5 Futsal Calcetto in un Click!

, Italy   

Nazionali 2017/2018
Regionali 2017/2018






MISTER SANGINARIO PROMUOVE IL CUS MOLISE: “STAGIONE POSITIVA”

Calcio a 5 Serie B/F News

Sabato, 13 Maggio 2017 @ 0:13:00

 
Per il Cus Molise calcio a 5 l’ultima è stata una stagione vissuta intensamente, con un grande girone di ritorno nel quale capitan Di Stefano e compagni hanno viaggiato a ritmi da primato. A tracciare un bilancio dell’ultima annata sportiva è il tecnico del team universitario, Marco Sanginario.
Mister, si è chiusa una stagione positiva per il Cus con un piazzamento di tutto rispetto, sesti della classe. E’ soddisfatto?
“Molto soddisfatto. E’ stato un campionato molto impegnativo ma siamo stati bravi a compattarci nel momento fondamentale della stagione e a centrare la permanenza”.
Analizzando la stagione in generale che voto dà alla sua squadra?
“Siamo sicuramente al di sopra della sufficienza per quanto riguarda la prima parte del campionato ma direi che nel girone di ritorno abbiamo avuto un ottimo ruolino di marcia”.
Con qualche punto in più nel girone di andata si poteva pensare anche ai playoff…
“Credo che l’obiettivo della salvezza era proporzionale al budget economico messo a disposizione dalla società, per i play off ci voleva una programmazione differente ad inizio anno”.
Quale è stata la partita più bella che avete disputato a suo avviso?
“Quella di Barletta, nella quale abbiamo conquistato un punto contro un’ottima squadra”.
Il mercato di dicembre ha portato innesti importanti che vi hanno permesso di fare il salto di qualità. Concorda?
“Sì, Siamo stati bravi a prendere ciò che ci serviva, puntellando un organico nei reparti giusti. In particolare Carlos Perez si è dimostrato determinante. Il ragazzo, alla prima esperienza in Italia, è partito con tante difficoltà iniziali ma personalmente ho sempre creduto nelle sue qualità”.
Aver ottenuto la salvezza con la vittoria nel derby cosa ha significato?
“Il derby personalmente l’ho vissuto in maniera del tutto normale. Mi piace affrontare tutte le partite come se fossero derby. Chi mi conosce sa bene come la penso. Però capisco anche che per i ragazzi e per i nostri tanti tifosi era una partita differente e con merito abbiamo vinto sia all’andata che al ritorno. Al ritorno ovviamente la gioia è stata doppia perché oltre a vincere in casa loro davanti a tanti nostri sostenitori abbiamo portato a casa anche la salvezza”.
Nel corso della prossima stagione sarà ancora sulla panchina del Cus Molise?
“Sicuramente sì”.
Presto per parlarne ma ha idea di che squadra sarà allestita?
“Ci sono delle importanti novità a carattere societario che a breve saranno comunicate, solo dopo sarà possibile iniziare a pensare all’organico 2017/2018”.
Un domanda relativa alla Rappresentativa Molisana Giovanissimi che ha disputato un ottimo Torneo delle Regioni raggiungendo lo storico traguardo quello dei quarti di finale. Che avventura è stata?
Un’esperienza unica, vissuta con dei ragazzi eccezionali che hanno dimostrato in campo tutto il loro valore. Abbiamo vissuto emozioni uniche e di questo devo essere grato alla Federazione per la fiducia e a tutte le società sportive per la disponibilità che hanno dimostrato in questi due mesi di raduni. Abbiamo lottato alla pari contro regioni solo numericamente più grandi e perso contro il Veneto, regina del Torneo”.
Anche con la Rappresentativa Universitaria di Calcio a 5 ha ottenuto un altro traguardo importante. Siete tra gli otto Centri Universitari Sportivi più forti d’Italia.
“E’ un traguardo importante in una disciplina in cui abbiamo grossa tradizione. Siamo riusciti ad avere la meglio sul Cus Bari e sul Cus Napoli e ci apprestiamo a vivere le fasi finali del torneo che si svolgeranno a Catania. Quest’anno siamo in ottima compagnia poiché anche la squadra del Cus Molise Basket allenata da Mimmo Sabatelli e Rosario Filipponio è riuscita in questa storica impresa. Ovviamente il ringraziamento è doveroso nei confronti dell’Università
Degli Studi del Molise”.
Cus Molise calcio a 5, Rappresentativa della Figc Giovanissimi e Rappresentativa Universitaria del Molise, tre obiettivi centrati, quanto di tuo c’è in queste vittorie?
“La bravura di un allenatore è proporzionale a quella dei sui giocatori e dell’organizzazione generale di cui può servirsi”.





Commenta la notizia
0
Commenta